Biscotti di Prato

Forse non tutti sanno che i biscotti conosciuti come "cantucci" o "cantuccini" si chiamano in realtà appunto "biscotti di Prato". Sono tipici dell'omonima città toscana, si preparano con le mandorle impastate a uova, farina e zucchero e sono ottimi se inzuppati nel Vinsanto. I cantuccini invece sono preparati con pasta di pane, quindi tutta un'altra storia......
La ricetta che vi propongo mi è stata insegnata da un bravissimo chef con il quale ho avuto la fortuna di lavorare.


Dosi per circa 40 biscotti.

300gr. di farina '00', 300 gr. di zucchero, 250 gr. di mandorle non pelate e leggermente tostate in forno, la scorza grattata di 1 limone o di un' arancia, 5 gr. di lievito per dolci, un pizzico di sale, 3 uova: unire tutti gli ingredienti in una capiente ciotola nell'ordine elencato e impastare, fino a formare una palla compatta. Aiutandosi con un po' di farina, disporre l'impasto su un piano , dividerlo in due parti uguali e formare due filoncini lunghi quanto la teglia (io uso una teglia di 43 cm, la larghezza del mio forno) e larghi 3-4 cm circa.


Spennellare la superficie con del tuorlo d'uovo e mettere in forno a 175 °C per 30 minuti circa. Non mi stancherò mai di ripetere che i tempi di cottura sono sempre indicativi, In questo caso il filoncino dovrà essere dorato, color biscotto, l'uovo in superficie completamente lucido. Sfornateli e con un coltello grande e ben affilato tagliate dei biscotti dello spessore di 1,5 cm circa.


Rimettete i biscotti tagliati in teglia e fate asciugare/tostare per latri 10 minuti, magari girandoli da un lato e dall'altro.
Si conservano bene per diversi giorni in una scatola chiusa.

Nessun commento

Posta un commento

Commenti e consigli sono molto apprezzati!

© Gourmandia

This site uses cookies from Google to deliver its services - Click here for information.

Professional Blog Designs by pipdig